La Compagnia della Triste Ventura (#1)

Reading Time: 2 minutes

COP.eb.armonia di pietragrigiaTITOLO: Armonia di Pietragrigia
GENERE ROMANZO: fantasy – young adult
CASA EDITRICE: 0111 Edizioni
PAGINE: 236
PREZZO CARTACEO: 15,70 euro
PREZZO EBOOK: 6,99 euro
FORMATO: brossura, cartoncino plastificato opaco / ebook
DATA DI USCITA: 25 novembre 2014
SEGUI ARMONIA DI PIETRAGRIGIA SU FACEBOOK: QUI
SEGUI ARMONIA DI PIETRAGRIGIA SU GOOGLE+: QUI

AGGIUNGI ARMONIA DI PIETRAGRIGIA ALLA TUA LIBRERIA VIRTUALE su Anobii e Goodreads!

TRAMA

Armonia ha quattordici anni, non ricorda nulla del suo passato e vive in un’oscura villa gotica assieme al “vampiresco” maggiordomo Milo e all’iperattiva governante Stella; è fissata con i libri, i pirati e le avventure, ma ha la sfortuna di abitare nella città più noiosa e meno magica del mondo: Prugnasecca. Così, quando scopre di essere in realtà nata a Pietragrigia, nel mitico regno di Flavoria, dove tutti la conoscono come la Fanciulla-Guerriero, Armonia è al settimo cielo!
Ma a Flavoria non ci sono solo cose belle: Zanna Avvelenata, una bestia demoniaca, è sulle sue tracce, ed è sulle sue tracce anche il Grigio, l’inquietante ammiraglio della flotta di Oturia, il regno che sorge al di là dei Confini del Mondo, dove il sanguinario Imperatore-Fantasma diventa sempre più forte. Tra vascelli pirata volanti, chimere e nuovi e strambi amici, Armonia dovrà affrontare il nemico più grande: il suo oscuro passato.

INCIPIT

Villa Vento non aveva nulla in comune con le altre case di Prugnasecca né con altre dimore nel raggio di chilometri: enorme e tetra, col suo intrigo di guglie e statue mostruose, era la sede ideale per comitive di spettri e da qualche strano atteggiamento sembrava anche vantarsene.
Un bel giorno, era comparsa dal nulla in un punto della città dove prima c’era un banale parcheggio e aveva cominciato a farsi notare, soprattutto grazie all’Insegna Parlante che insultava chiunque si avvicinasse.
Gli abitanti di Prugnasecca avevano provato a farsela amica, ma nessuno ne era uscito vittorioso, all’insegna andavano a genio pochissime persone e quelle poche non abitavano di certo nei dintorni: il direttore della banca era stato definito “barboso pipistrello”, la vecchia zitella del numero 53 “brutta strega” e infine il sindaco in persona era stato invitato a chiudere il becco e a dimagrire il grosso posteriore.
nnLa faccenda era stata, perciò, archiviata come un caso da manuale di “dimora infestata”, anche se in effetti a Villa Vento non c’erano solo fantasmi, ma anche esseri umani, pur con abitudini alquanto bizzarre.

RICHIEDI LA TUA COPIA AUTOGRAFATA: aemoranelli[at]gmail.com o CLICCA QUI

ACQUISTA ONLINE:

ACQUISTA EBOOK:
Amazon → qui
Kobo → qui
Bookrepublic → qui
GooglePlay → qui
Ibs → qui

ACQUISTA CARTACEO:
0111 Edizioni → qui
Ibs → qui

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *