BT Tappa 1: L’Ultima mano di burraco, Serena Venditto

Reading Time: 3 minutes

Ci siamo signore, signori e felini: oggi è il gran giorno!

Serena Venditto è di nuovo in libreria con il suo nuovo romanzo, L’ultima mano di burraco, edito Mondadori.

Un’altra avventura per gli irregolari di via Atri: Malù, Ariel, Samuel, Kobe e, naturalmente, il gatto-detective Mycroft, che con istinto e grazia felina aiuta la sua amica umana, Malù, a risolvere ogni caso!

Insomma: un Watson dal lucido pelo nero e una archeo-detective, un duo meraviglioso!

E che dire degli altri personaggi? Li adoro tutti, dal primo all’ultimo. Ognuno ha il suo peso nelle indagini, il suo ruolo, la sua importanza e poi, tutti insieme, trasmettono un entusiasmo incredibile: viene voglia di correre a Napoli, in via Atri, a cercarli per farseli amici!

Insomma, si è capito: io amo questa serie, Serena è un vero talento della scrittura, i suoi libri sono il mix perfetto di tensione e humour, e per questa calda estate solo l’idea per regalarsi qualche brivido di paura (ma anche romanticismo!).

La serie è iniziata con Aria di neve, L’ultima mano di burraco è la seconda avventura pubblicata da Mondadori, e sono felicissima di poter festeggiare l’uscita con un blog tour che coinvolge alcune delle blogger che seguo e amo di più!

Non vi dico di più, perché nel corso delle prossime tappe scoprirete tutto quel che c’è da sapere su questo gioiellino. Quindi, vi lascio con qualche informazione sul romanzo e poi sulle tappe che seguiranno!

Stay meow!

L’ultima mano di burraco

Quattro coinquilini e un’indagine

«Se siete disposti a credere che un gatto possa aiutare una traduttrice a indagare su un delitto, questo libro fa decisamente per voi.»
Marco Malvaldi

Chiaia, centro storico di Napoli. Dopo una cena in famiglia con la moglie e i figli che si è conclusa con una partita a buratto, rimasto solo in casa, Temistocle Serra, un illustre professore universitario in pensione, muore. Omicidio, suicidio o morte naturale?Stabilire le cause del decesso spetta alla polizia, ma c’è una cosa che le forze dell’ordine proprio non possono fare: interpretare una sequenza di carte da gioco che l’uomo ha lasciato disposte sul lavoro.Un messaggio in codice, forse, come nei romanzi gialli dell’età dell’oro.Cosa voleva indicare il professore con quella sequenza di carte? Forse il nome del suo assassino? E soprattutto: chi era davvero Temistocle Serra? E chi meglio di Malù, archeologa col vizio della letteratura gialla, può aiutare a decifrare il misterioso codice? E con lei, tutti gli inquilini dell’interno 5 di via Atri 36, compreso il gatto nero Mycroft e il suo fiuto infallibile.

SERENA VENDITTO è nata nel 1980 a Napoli, dove lavora al Museo Archeologico Nazionale. Ha esordito con la commedia Le intolleranzeelementari (Homo Scrivens, 2012). Nel 2018 ha pubblicato con Mondadori Aria di neve, il primo volume della serie gialla dedicata al gatto Mycroft e ai quattro coinquilini di via Atri 36, che, apparsa per la prima volta in libreria per Homo Scrivens, ha già ricevuto numerosi riconoscimenti e segnalazioni (Premio Nabokov, Premio della critica Costadamalfi, Garfagnana in Giallo, Festival Giallo Garda). Nel 2018 ha ricevuto il premio Napoli Cultural Classic e il premio Masaniello. Cura la rubrica “Bar Sport” per il portale Napoliclick.
In libreria dal 18 giugno 2019
300 pagine, 18,50 euro

Ecco le fantastiche tappe del blog-tour: ringrazio tantissimo tutte le partecipanti per l’entusiasmo e la professionalità!

Ma non finisce qui, perché il 26 giugno ci ritroviamo qui sul mio blog e, in contemporanea, su tutti gli altri per festeggiare la chiusura del blog tour con un bellissimo review party!

Vi invito a seguire il blog-tour anche su instagram (collegatevi al mio account @TheQueenPuppet per seguire tutte le tappe!) e su twitter (sempre collegandovi al mio account, che fungerà da “raccoglitore” e “mappa” del blogtour: @TheQueenPuppet-Twitter)!

Per seguire su Instagram, Twitter e Facebook cliccate sugli hashtag: #serenavenditto #ultimamanodiburraco #mycroftgattodetective #staymeow

Buon divertimento e stay meow!

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *