Christmas haul 2018: cosa ho ricevuto per Natale (e per la Befana)

christmas haul 2018

Primo post dell’anno, leggermente in ritardo rispetto alla scaletta programmata, ma eccolo qui: il mio Christmas Haul 2018, ossia tutto quello che ho ricevuto, quest’anno a Natale (mancano i regali che mi sono auto-fatta), con una piccola aggiunta, a questo punto, per raccontarvi cosa ho ricevuto alla Befana!

Ciondoli di Giovanni Raspini

Ho scoperto recentemente questa passione per Giovanni Raspini (merito della mia amichetta Soraya). E per Natale mi sono arrivati tre nuovi charms! Avevo già la teiera (che simboleggia il mio amore per il tè) e il libro (per ovvi motivi) e ora si sono aggiunti:

La rosa dei venti, da parte di Romy e Biagio: simboleggia la mia passione per i viaggi (non solo fisici, ma anche mentali, eeeh già)

Saturno, il mio pianeta preferito (sì, ho un pianeta preferito), da parte di mia mamma e mio padre! Perché è Saturno il mio pianeta preferito? L’ho anche scritto in un romanzo – ancora inedito e in cerca di una CE – vi riporto il brano qui:

La notte è lunga e io non riesco a dormire, non dopo quello che è successo. Sono distesa, il viso rivolto al cielo. Individuo un punto giallo-oro nel cielo, diverso dalle altre stelle. Non è una stella, infatti. La sua luce è fissa e mi dà sicurezza: Saturno. Saturno mi piace perché è diverso anche dagli altri pianeti. Nel libro di mia madre c’era un capitolo sull’universo e sul nostro sistema solare e Saturno era il mio preferito. Ha gli anelli, ma non si vedono da qui. Dalla Terra, Saturno sembra uguale a tutti gli altri, anche se è diverso.

Quindi, Saturno è il mio pianeta preferito da sempre perché è bello, ha qualcosa di prezioso, ma nessuno lo sa, cioè… nessuno che lo guardi senza la dovuta attenzione.

Il Cosmopolitan, da parte dei suoceri: uno dei miei cocktail preferiti!

Collant Tezenis

Dalla nonna di The King Puppet un paio di collant bellissimi 🙂

Incenso e agenda 2019

Regalo da parte degli zii acquisiti: un bruciaincenso al sandalo e l’agendina 2019 di Legami: adoro!

Bagnoschiuma e saponette

Regalini di mamma e papà (che oltre al charm di Raspini mi hanno anche sovvenzionato per l’acquisto di un cappotto lungo ai prossimi saldi): due saponette de I provenzali e bagnoschiuma al melograno!

Christmas pudding

Regalino arrivato dall’Inghilterra da parte di mio fratello: il christmas pudding.

Libri

Jason Segel e Kirsten Miller, Nightmares, non spegnete quella luce (da parte di Stefy e Paola)

Avevo adocchiato questo libro da tempo e sono stata felicissima che Stefy e Paola siano riuscite a interpretare il mio desideri eheh

Virginia Woolf, la Signora Dalloway e Diari di Sylvia Plath (da parte di mio fratello)

Una combo davvero speciale: di Sylvia Plath ho letto solo le sue poesie, ho già La campana di vetro e non vedo l’ora di tuffarmi tra le sue parole così profonde e taglienti. Virginia Woolf la amo: non ho letto molto, solo Una stanza tutta per sé e Orlando, ma questi due meravigliosi libri mi sono bastati per dichiarare il mio imperituro amore.

Saga volume 9 da (parte di Romy e Biagio)

Saga è diventato, fin dalle prime tre vignette del primo volume, il mio fumetto preferito di sempre. Questo volume 9 è una vera e propria bomba (in parte di rabbia e tristezza, ma ci sta, ci sta tutto). Non dico altro: leggetelo!

Bollitore

Il bollitore elettrico della Bialetti, sempre regalo di mamma e papà: lo adoro!

Smartbox

Smartbox per me e The King Puppet da parte dello zio <3

Cappotto e stivali cuissard

Cappottino e stivali cuissard da parte di The King Puppet

Epifania

Piccolo update del Christmas Haul 2018 per dirvi anche quello che ho ricevuto per l’Epifania: oltre a un numero spropositato di dolci, è arrivato da parte di mia mamma e mio padre Le fiabe di Beda il Bardo versione illustrata da Chris Riddell, che vi assicuro è davvero meraviglioso! Inoltre The King Puppet mi ha comprato un nuovo ciondolo di Giovanni Raspini (la penna e la pergamena) e tutti i separatori che mi servivano per rendere il bracciale un po’ più cicciotto!

E a voi com’è andata?

Ti potrebbe interessare:

2 commenti

  1. Che bei regali! *_*

    Premesso che non abbiamo grandi tradizioni di regali in famiglia:

    – mia zia mi ha regalato due pantaloni Decathlon per fare yoga. Non faccio yoga. Però sono comodissimi, quindi chissene.

    – Mio fratello, che sta a Zurigo, mi ha regalato i biglietti per il concerto di Bon Jovi (a Zurigo, il giorno del suo compleanno). Motivazione: “mi hai rotto l’anima tutti gli anni ’90 con la loro musica, mo’ mi accompagni a sentirli live”. OK!

    – Mi sono autoregalata: Fiabe faroesi, The Passenger Giappone, Tu l’hai detto (di Connie Palmen), Le piccole virtù (di Natalia Ginzburg).
    Gli autoregali proseguiranno fino al 23 gennaio, data in cui uscirà il volume Il libro dei vulcani d’Islanda (o anche fino a marzo, quando uscirà Mumin in riviera). Mi faranno socia onoraria di Iperborea? XD
    Mi sono comprata anche un po’ di tè e tisane da abbinare: karkadè, frutti rossi, Prince of Wales, Early Grey.

    Poiché mi sto addentrando nel mondo degli acquerelli avrei voluto che qualcuno cogliesse le mie allusioni al fatto che c’erano degli acquerelli cotman in offerta su Amazon, ma evidentemente il messaggio subliminale espresso in termini di “voglio gli acquerelli cotman che sono in offerta su Amazon e che ho messo nella wishlist condivisa” era troppo criptico per essere colto dal compagno. A sua discolpa, solitamente non ci facciamo regali. E infatti… XD

    Ho regalato solo libri:
    La storia infinita, il GGG, I Mumin e le follie invernali (ai nipoti di 10, 9 e 4 anni), 21 lezioni per il XXI secolo, L’sola degli idealisti (al fratello e alla cognata), L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome (alla zia), un manuale di patchwork (alla mamma).

    1. Ma che regali meravigliosi! Uh, mi fai venire in mente che non ho inserito gli auto-regali in effetti! Comunque ho preso: Diario di Virginia Woolf, Juvenilia di Jane Austen e Lo zen nell’arte della scrittura di Bradbury (quest’ultima già divorato, è breve ma illuminante, adoro quando gli autori che amo parlano di scrittura!) Bellissimi anche i tuoi regali comunque… <3 E per le liste Amazon ti capisco, ne ho una anche io che, verso Natale o compleanno, comincio a condividere ma raramente qualcuno mi pensa (in pratica solo mia sorella e mio fratello). Un bacione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *