#BookAdvice: libri da leggere prima di morire – A come Amore

Reading Time: 4 minutes

Ci sono un sacco di cose che bisognerebbe fare prima di morire, una di queste è leggere, leggere tanto. Siccome il tempo è “poco” rispetto al numero di libro potenzialmente leggibili ho pensato, prendendo spunto da questa interessante pagina Libri da leggere prima di morire, di tenere una lista di quelli che per me sono i migliori.

La aggiornerò di tanto in tanto, aggiungendo le nuove letture e mi piacerebbe sapere quali sono per voi i libri migliori da leggere prima di lasciare questo mondo, sperando che nell’altro le biblioteche siano infinite e gratuite per tutti e che i libri di Fabio Volo vadano dritti all’inferno.

La nuova categoria che raccoglierà i libri da leggere prima di morire si chiama libri da leggere prima di morire (mi sembra abbastanza ovvio, no?)

La prima serie di libri che consiglio di leggere prima di schiattare è a tema “amore”!

shakespeare-quotes-8

T. Hardy – Jude l’Oscuro

judeQuesto romanzo costò a Thomas Hardy la carriera di romanziere: in seguito alle critiche mosse contro il romanzo, ritenuto “indecente” e dato alle fiamme pubblicamente dal vescovo di Exeter nell’anno stesso di uscita, Hardy decise che non avrebbe più scritto romanzi e si dedicò interamente alla poesia.
Un peccato, perché Thomas Hardy era uno scrittore geniale, con un’etica profondamente laica ma non per questo meno spirituale.
I suoi protagonisti sono oppressi dalla religione e dalle regole sociali, istintivamente provano repulsione per i meccanismi che li imprigionano, ma finiscono con l’esserne sopraffatti.
Cupo e malinconico, Jude Fawley insegue, vanamente, il sogno di uscire dal ruolo che la vita gli ha suo malgrado ritagliato addosso (quello di scalpellino o fornaio) per diventare un letterato. Studia. Apprende più degli altri. Ma fallisce. E il fallimento non è soltanto a livello professionale, è un fallimento che si accompagna allo sgretolarsi dei sogni infantili d’amore e purezza, macchiati non dagli istinti sessuali, ma dalle regole sociali.
Jude sposa Arabella, volgare e superficiale.
Poi si innamora di Sue, algida e oppressa dalla sua stessa amoralità, che ben presto si trasforma in superstizione e dolore.
E Jude è solo, anche nell’attimo della morte, mentre fuori esplode la festa e la sua esistenza che si spegne è soltanto un’eco triste nell’immensità indifferente della vita.

Balzac – Eugenie Grandet

Nel sarcasmo, nel disincanto e nel materialismo più bieco, Balzac disegna, come solo i grande geni della letteratura sanno fare, l’immagine romantica di Eugenia Grandet, eroina dell’Amore, che conserva la sua purezza contro i gretti calcoli del prossimo. Un’immagine di donna immortale, la cui semplicità e bontà s’innalzano (tuttavia senza riuscire a vincere) sulla vigliaccheria del mondo.

G. Eliot – Middlemarch

Un grande affresco Ottocentesco, una saga non familiare ma “cittadina”, a Middlemarch si incrociano le speranze, le aspettative, gli amori e le morti di giovani e vecchi, in un intricato sistema che funziona in ogni sua singola parte e ad ogni livello.

Nabokov – Lolita

Tutto ha luogo un’estate lontana, persa ormai nella calura del tempo, con spiagge nascoste, e boschi silenziosi e lo sciabordio lento delle onde che si infrangono sulla spiaggia. Tutto inizia con una ninfetta ed un giovane fauno, due bambini che si spartiscono momenti di furiosa intimità. Bambini fermi su una soglia, che accarezzano un sogno adulto, un sogno prossimo alla morte, che la morte cristallizzerà, trasformandolo in ossessione adulta.

J. Austen – Orgoglio e pregiudizio

Del perché resta uno dei grandi classici da leggere e rileggere continuamente ho parlato qui. Aggiungerei che Darcy resta il prototipo del maschio perfetto e la ragione per cui le donne continuano ad avere aspettative troppo alte in fatto di maschi.

H. Fielding – Tom Jones

Non una semplice storia d’amore, ma un romanzo di amore e formazione. Henry Fielding  costruisce  una trama perfetta,  personaggi perfetti, che restano incisi nella memoria del lettore, ai quali ci si affeziona come in una grande famiglia. La storia di Tom e della sua Sofia passa attraverso la passione, le incomprensioni, le assurde regole sociali ed è il mezzo con il quale lo scapestrato protagonista, libertino per “istinto”, diventa uomo.

continua…

Si accettano consigli di lettura, eh!

Ti potrebbe interessare:

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *