La ragazza seppellita in giardino

Reading Time: < 1 minute
Book Cover: La ragazza seppellita in giardino
Parte di La Clessidra d'Oro series:
  • La ragazza seppellita in giardino

Non è un bel periodo per Summer Byrne: è stata mollata dal suo ragazzo, ha l’impressione che un bellissimo ma inquietante sconosciuto la segua ovunque vada, e i suoi genitori le hanno appena comunicato che invece del viaggio post-diploma programmato con la migliore amica Jodie, dovrà trascorrere l'estate in una misteriosa scuola per persone "speciali".Summer è, infatti, una Rievocatrice ed è destinata a far parte della Società della Clessidra d’Oro: dovrà imparare a entrare nella mente delle persone e a salvare i ricordi che rischiano di perdersi e di finire, così, nelle mani della Setta degli Occhi Bianchi, che li usa per governare il mondo.Non è facile accettare tali poteri, ma quando una misteriosa e orribile morte sconvolge la scuola, Summer capirà di non avere scelta: non è stato un incidente come tutti pensano, l'assassino è vicino e la prossima vittima potrebbe essere lei.

Excerpt:

«Com'è che d'un tratto sei diventata così piacevole, come persona?» dice di colpo, inviandomi uno sguardo di traverso.
«Ma se non ho aperto bocca?»
«Appunto», sorride sarcastico.
«Ah-ah. Molto divertente», dico.
Che cosa stavo dicendo di lui? No, mi rimangio tutto. È proprio uno stronzo.
«Lo hai pensato», dice.
«Cosa?»
«Che sono uno stronzo» ride.
Mi fermo di colpo, il cuore che batte come il rullante di una batteria. «Non è che puoi leggermi nella mente?» esclamo.
Dio, se può leggermi nella mente, saprà che lo trovo attraente, avrà percepito quello che penso delle sue labbra, dei suoi occhi, del suo...
«... Sedere», completa lui. «Sì, io posso leggere nella tua mente. E grazie, sei stata gentilissima ad averlo definito favoloso».
Non so di che colore sia il mio viso adesso, ma di certo ha superato di diverse gradazioni il vermiglio.

APPROFONDISCI

Probabilmente ho l'aspetto di una che ha appena avuto un ictus, la bocca aperta, gli occhi sgranati. Mi manca solo il rivolo di bava sul mento.
«Ci riesco perché sono un Rievocatore molto dotato... e, oh! A proposito, sì: dotato in tutti i sensi» continua facendomi l’occhiolino.
«Merda, smettila di entrarmi nella testa!» grido, facendo diversi passi all'indietro, fino a sbattere contro il tronco di un albero.
«In realtà, questo l'ho sentito mentre parlavi con la tua amica Jodie» dice. «A proposito: è vietato avere un telefono personale, se ti beccano, fingo di non saperne nulla e quella espulsa sarai tu.»
«Quindi mi spii, anche?» dico, senza guardarlo, sentendo ogni centimetro della mia pelle andare a fuoco.
Al diavolo, se Jodie mi vedesse ora me lo darebbe in testa il suo Decalogo dello Sfigato.
«Ho un udito eccellente» continua Rees.
Rialzo la testa per lanciargli lo sguardo più gelido del mondo. «Che sorpresa, un'altra cosa in cui eccelli, eh?» dico.

COMPATTA

Leggi anche