buon-junkie Oggi sono felicissima di ospitare l’ultima tappa del blog tour dedicato a un romanzo di cui mi sono innamorata nel momento esatto in cui ho visto la copertina e letto il titolo: Tutta colpa della mia impazienza (e di un fiore appena sbocciato) di Virginia Bramati edito Giunti mi fa venire in mente l’estate, l’amore, i viaggi, le speranze… ed è proprio di questo che parla questa dolcissima storia, di cui a breve leggerete la mia recensione. In questa tappa, oltre a darvi qualche info sul romanzo, vi parlo dell’ambientazione che, sono sicura, vi conquisterà! Mi raccomando, non dimenticate di compilare il modulo per partecipare al giveaway: in palio una copia del romanzo!

sepa

Il nuovo romanzo di Virginia Bramati, che racconta di Agnese, l’adorabile protagonista a cui improvvisamente muore la madre, e che si ritrova a fare i conti con i ritmi lenti della campagna, sullo sfondo di una Brianza sorprendente e rigogliosa, non lontano dal magico borgo di Verate che le sue lettrici hanno imparato ad amare. Agnese è una ragazza esuberante, autonoma, insofferente verso tutto ciò che frena la sua corsa, ma improvvisamente, la vita prende una piega terribilmente dolorosa e si ritrova scaraventata dal centro di una metropoli che non dorme mai, in una grande casa lungo un fiume, immersa nei ritmi immutabili della campagna. Una grande casa in campagna. Una madre morta troppo presto. Un giovane medico dagli occhi buoni e misteriosi. E un’estate in cui tutto sta per cambiare. Pagina dopo pagina, scopriamo insieme ad Agnese la saggezza nascosta nei gesti semplici della cura dei fiori: perché la felicità è più vicina di quanto pensiamo, se solo sappiamo rallentare e guardarla negli occhi.

Acquistalo su Amazon: cartaceo | ebook

L’ambientazione

Il libro è ambientato a Terzi sull’Adda paesino di tremila abitanti in provincia di Cremona o meglio così l’ho collocato dato che in realtà Terzi non esiste. E’ un posto piacevole dove vivere con viali alberati, circondato da una natura ricca e rigogliosa, con un tennis club situato sulle sponde del fiume, abitato da gente simpatica e (last but not least) con un panificio che sforna una magnifica focaccia al formaggio.
Di tanto in tanto si va anche a Milano.

17270583_10206405644740024_1669209946_n

Partecipa al giveaway!

 

a Rafflecopter giveaway