Il personaggio del giorno: David Bowie e la lista dei cento libri da leggere

Reading Time: 4 minutes

buon-junkieOggi vi parlo di uno dei miei miti, dall’adolescenza. Si tratta del Duca Bianco, David Bowie, artista geniale, eclettico, che ha influenzato la storia della musica fino al giorno della sua morte, avvenuta (ahimè) il 10 gennaio 2016, un giorno che ricorderò sempre perché credo di non aver mai pianto per la morte di “uno famoso” com’è successo per lui. Oggi è un anno che ci ha lasciato e io ancora soffro per non aver mai avuto la possibilità di vedere un suo concerto dal vivo.
Volendo descrivere cosa è stato per me David Bowie, potrei semplicemente dire: un amico. L’ho conosciuto da bambina, me ne sono innamorata in Labyrinth, dove interpretava Jareth, il re dei Goblin e poi l’ho ritrovato da adolescente, come autore di quelli che per me resteranno per sempre i più significativi, belli e struggenti, album di sempre.

David Bowie era un genio, la sua vita è stata caratterizzata dalla passione per la musica, dalla ricerca, dalla sperimentazione: sapeva oltrepassare i limiti, scardinare certezze, tentare strade nuove. Ha sperimentato ogni genere, con risultati sempre incredibili, fino all’ultimo, bellissimo, straziante regalo fatto ai suoi fan: Black Star, un album pieno di significati, il suo testamento.

Ma David Bowie non amava solo la musica e il cinema, era anche un lettore accanito. Perciò, oggi voglio celebrare la sua memoria, mettendovi qui la lista dei cento libri da leggere secondo il Duca Bianco, in grassetto trovate quelli che ho letto io e in corsivo quelli iniziati. Cliccando su alcuni titoli, si aprirà il link per l’acquisto del cartaceo su Amazon (molti sono in inglese).
Voi quale di questi libri avete letto o volete leggere?

La lista dei cento libri da leggere secondo David Bowie

david-bowie-reading

Interviste a Francis Bacon, David Sylvester
Billy Liar, Keith Waterhouse
Room At The Top, John Braine
On Having No Head, Douglass Harding
Kafka Was The Rage, Anatole Broyard
Arancia Meccanica, Anthony Burgess
Città di notte, John Rechy
La breve favolosa vita di Oscar Wao, Junot Diaz
Madame Bovary, Gustave Flaubert
Iliade, Omero
Mentre morivo, William Faulkner
Tadanori Yokoo, Tadanori Yokoo
Berlin Alexanderplatz, Alfred Döblin
Nel ventre della balena e altri saggi, George Orwell
Mr. Norris Changes Trains, Christopher Isherwood
Dizionario dei soggetti e dei simboli nell’arte, James A. Hall
David Bomberg, Richard Cork
Blast, Wyndham Lewis
Passing, Nella Larson
Oltre il Brillo Box. Il mondo dell’arte dopo la fine della storia, Arthur C. Danto
Il crollo della mente bicamerale e l’origine della coscienza, Julian Jaynes
Nel castello di Barbablù. Note per la ridefinizione della cultura, George Steiner
Hawksmoor, Peter Ackroyd
L’io diviso, R. D. Laing
Lo straniero, Albert Camus
Infants Of The Spring, Wallace Thurman
The Quest For Christa T, Christa Wolf
The Songlines, Bruce Chatwin
Notti al circo, Angela Carter (in uscita 9 febbraio 2017)
Il maestro e Margherita, Mikhail Bulgakov
La vera Miss Brodie, Muriel Spark
Lolita, Vladimir Nabokov
Herzog, Saul Bellow
Puckoon, Spike Milligan
Ragazzo negro, Richard Wright
Il grande Gatsby, F. Scott Fitzgerald
Il sapore della gloria, Yukio Mishima
Buio a mezzogiorno, Arthur Koestler
La terra desolata, T.S. Elliot
McTeague, Frank Norris
Money, Martin Amis
The Outsider, Colin Wilson
Strange People, Frank Edwards
English Journey, J.B. Priestley
A Confederacy Of Dunces, John Kennedy Toole
Il giorno della locusta, Nathanael West
1984, George Orwell
The Life And Times Of Little Richard, Charles White
Awopbopaloobop Alopbamboom: The Golden Age of Rock, Nik Cohn
Mystery Train, Greil Marcus
Beano (fumetto, anni ’50)
Raw (fumetto, anni ’80)
Rumore bianco, Don DeLillo
Sweet Soul Music: Rhythm And Blues And The Southern Dream Of Freedom, Peter Guralnick
Silence: Lectures And Writing, John Cage
Writers At Work: The Paris Review Interviews edited, Malcolm Cowley
The Sound Of The City: The Rise Of Rock And Roll, Charlie Gillete
Octobriana And The Russian Underground, Peter Sadecky
The Street, Ann Petry
Wonder Boys, Michael Chabon
Last Exit To Brooklyn, Hubert Selby, Jr.
A People’s History Of The United States, Howard Zinn
The Age Of American Unreason, Susan Jacoby
Metropolitan Life, Fran Lebowitz
The Coast Of Utopia, Tom Stoppard
The Bridge, Hart Crane
All The Emperor’s Horses by David Kidd
Fingersmith by Sarah Waters
Earthly Powers by Anthony Burgess
The 42nd Parallel by John Dos Passos
Tales Of Beatnik Glory by Ed Saunders
The Bird Artist by Howard Norman
Nowhere To Run The Story Of Soul Music by Gerri Hirshey
Before The Deluge by Otto Friedrich
Sexual Personae: Art And Decadence From Nefertiti To Emily Dickinson by Camille Paglia
The American Way Of Death by Jessica Mitford
In Cold Blood by Truman Capote
L’amante di Lady Chatterly, D.H. Lawrence
Teenage by Jon Savage
Vile Bodies by Evelyn Waugh
The Hidden Persuaders by Vance Packard
The Fire Next Time by James Baldwin
Viz (comic, early ’80s)
Private Eye (satirical magazine, ’60s – ’80s)
Selected Poems by Frank O’Hara
The Trial Of Henry Kissinger by Christopher Hitchens
Flaubert’s Parrot by Julian Barnes
Maldodor by Comte de Lautréamont
Sulla strada, Jack Kerouac
Mr. Wilson’s Cabinet of Wonders by Lawrence Weschler
Zanoni by Edward Bulwer-Lytton
Transcendental Magic, Its Doctine and Ritual by Eliphas Lévi
The Gnostic Gospels by Elaine Pagels
Il Gattopardo, Giuseppe Tomasi Di Lampedusa
Inferno, Dante Alighieri
A Grave For A Dolphin by Alberto Denti di Pirajno
The Insult by Rupert Thomson
In Between The Sheets by Ian McEwan
A People’s Tragedy by Orlando Figes
Journey Into The Whirlwind by Eugenia Ginzburg

Avete letto qualcuno di questi libri?

Ti potrebbe interessare:

2 commenti

  1. Non sapevo che Bowie fosse un così appassionato lettore! Soprattutto, mi ha colpita il fatto che molti di questi titoli non sono capolavori conosciuti da tutti ma opere meno note e, a occhio, molto interessanti!

    1. Quando si tratta di lui si pensa subito (giustamente) alla musica, invece era anche un grande lettore! Anche io ho segnato diversi titoli, ci sono anche parecchi saggi interessanti. Del resto era un genio, traeva ispirazione da tante cose 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *